Giuliva Di Berardino su come Gesù ci fa riflettere sulla venuta del Regno di Dio

 

La teologa Giuliva Di Berardino* commenta (in versione testuale e audio) il Vangelo del giorno

Versione audio

https://www.youtube.com/channel/UCE_5qoPuQY7HPFA-gS9ad1g/videos

Versione testuale

IL VANGELO DEL GIORNO: giovedì 14 novembre 2019

Nel vangelo di oggi Gesù ci fa riflettere sulla venuta del Regno di Dio. Dalle parole del Maestro comprendiamo che la venuta del Regno di Dio non può essere solo una promessa che Dio fa a chi se lo merita. Al contrario! Per Gesù, il Regno di Dio viene e basta, anzi, è già in mezzo a noi, perché sostanzialmente la sua venuta non dipende dai nostri meriti o dalla nostra bravura. E se i farisei pensavano che il Regno potesse venire solo dopo che la gente fosse giunta alla perfetta osservanza della Legge di Dio, il Vangelo ci mostra con chiarezza che Gesù invece ha proprio un altro modo di vedere le cose, un altro modo di osservare e gustare la vita! Gesù ci fa capire oggi che la venuta del Regno porta con se la propria evidenza. Perciò si mostra da sè proprio perché non dipende nè dal nostro comportamento, nè dai pronostici degli altri, siano essi negativi o positivi. Perciò comprendiamo anche che il Regno di Dio non  dipende neppure dall’aderenza più o meno accentuata a una visione futura di tipo apocalittico, perché comunque il pensiero e le azioni di chi ha fede sono comunque spinte dalla visione della fine ultima, gloriosa che ci attende. Per l’uomo e la donna di fede, il presente non si guarda a partire dal passato, ma a partire dal futuro!  ecco allora che il Regno di Dio, il Vangelo ce lo mostra, è una realtà che si vive al presente, perché è la realizzazione, il compimento dell’amore di Dio oggi, per me! Un compimento che passa sempre e comunque per la croce, cioè il sacrifico, il dono di Gesù per noi. E’ Gesù che si dona, che si offre, che soffre per noi! Questo ci manifesta il compimento dell’amore, non i grandi proclami o i grandi successi degli uomini e delle donne! Ed è grazie a questo amore di Gesù che il regno di Dio oggi è in mezzo a noi oggi, perché possiamo essere anche noi un segno di questo amore di Gesù. Dall’amore ci riconosceranno! Solo dall’amore che traspare in gesti semplici e insignificanti, ma fatti col cuore, oggi possiamo riconoscere tra tante persone l’uomo o la donna che crede veramente e opera senza sosta per la venuta del Regno di Dio. Chi ama sa riconoscere chi si dona davvero col cuore, chi ama non si turba davanti alle difficoltà, ma cerca sempre una soluzione per diffondere amore, perché l’amore edifica sempre, costruisce sempre e non si stanca mai di guardare al futuro con speranza, mai con paura e sfiducia. Preghiamo allora il Signore che oggi anche io e te possiamo ricevere da Dio questa capacità di amare, perché possiamo costruire il Regno di Dio senza attirare l’attenzione, senza  allontanare nessuno dall’unica verità in cui siamo chiamati a riconoscerci in noi e a conoscere gli altri, l’unica verità che ci dona speranza e gioia: l’amore di Dio. “L’amore è l’unica verità”, dicono alcuni miei amici. Ecco, che questo Vangelo ci mostri quanto il Signore ci ama, anche oggi. Buona giornata!

Lc 17, 20-25

In quel tempo, interrogato dai farisei: “Quando verrà il regno di Dio?”, Gesù rispose: “Il regno di Dio non viene in modo da attirare l’attenzione, e nessuno dirà: Eccolo qui, o eccolo là. Perché il regno di Dio è in mezzo a voi!” Disse ancora ai discepoli: “Verrà un tempo in cui desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell’uomo, ma non lo vedrete. Vi diranno: Eccolo là, o eccolo qua; non andateci, non seguiteli. Perché come il lampo, guizzando, brilla da un capo all’altro del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel suo giorno. Ma prima è necessario che egli soffra molto e sia ripudiato da questa generazione”.

 

Giuliva Di Berardino è insegnante di Religione Cattolica nella scuola pubblica. Laureata in Lettere Classiche a Roma, ha poi conseguito il Baccellierato in teologia presso la Pontificia Università Antonianum di Roma e la Licenza in teologia liturgica presso l’Istituto di Liturgia Pastorale di Padova. Attualmente è dottoranda nello stesso Istituto. Consacrata nell’Ordo Virginum della diocesi di Verona, mette a servizio della Chiesa la sua esperienza nella danza biblica e nella preghiera giudaico-cristiana guidando laboratori di danza e preghiera, dedicandosi all’evangelizzazione di strada e all’accompagnamento dei giovani. In seguito ai diversi interventi sulla teologia del corpo e della danza e ai numerosi laboratori svolti in Italia e in Europa, di recente ha pubblicato il libro “Danzare la Misericordia”, ed. dell’Immacolata, in cui descrive una vera e propria spiritualità della danza di lode, a partire dalla Bibbia. E’ anche pedagogista del movimento e guida di esercizi spirituali per giovani, religiosi e laici.

La teologa Di Berardino gestito la pagina YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCE_5qoPuQY7HPFA-gS9ad1g

Per contattarla scrivere a: giuliva.diberardino@gmail.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.