Giulietto Chiesa: “Apparizioni di Medjugorje boicottate dal KGB? Una cialtronata”

“Una cialtronata quel docu- film su Kgb e Medjugorje. Recenti iniziative del Papa possono minare il buon rapporto con la Russia.” Lo dice in questa intervista a La Fede Quotidiana il giornalista, politico e direttore di Pandora Tv Giulietto Chiesa che conosce molto bene la realtà russa ed è di casa al Cremlino, nel quale ha ottime aderenze.

Chiesa, recentemente è uscito un docu- film dal titolo  “Da Fatima a Medjugorje” nel quale si afferma che il Kgb russo avrebbe esercitato minacce nei confronti dei vescovi di Mostar per prendere posizioni contro le apparizioni di Medjugorje, che cosa ne pensa?

” La reputo una cialtronata che neppure meriterebbe attenzione, alla quale io non darei nessun peso. Insomma, una bufala infondata e persino calunniosa. Mi pare una storia assai poco credibile. Fa parte di quel clima mediatico ostile alla Russia e a tutto quello che è russo”.

E’ una produzione tra Israele e Usa  con regista polacco…

” Basterebbe questa specie di triangolo per  capire le cose e bollare il tutto di infondato. Sia Israele che gli Usa non amano la Russia, alla pari dei polacchi che verso la Russia non hanno sentimenti amichevoli. Questa roba può attecchire solo in parti del mondo o territori colonie degli Usa come lo è l’ Italia. Mi dica: a che cosa possono interessare alla Russia e ai suoi servizi  le apparizioni della Madonna? Da qual che capisco, i servizi russi escono persino più ingegnosi di quello che erano davvero. Pure nel merito lo valuto un pasticcio senza capo e coda. Tirano fuori la religione per colpire la Russia che da sempre ha avuto interessi nella regione dei Balcani. Le porgo una domanda molto semplice: il Kgb non aveva cose  più serie delle quali occuparsi? Ma invece torna sempre in ballo la leggenda nera della Russia come fu per l’ attentato a Giovanni Paolo II. Inoltre  non mi sembra che il docu- film porti reali prove della esistenza di quel presunto generale del Kgb. Se davvero  esiste e vive, lo si faccia partecipare ad una intervista con la stampa e ad un dibattito”.

Come sono oggi i rapporti tra Cremlino e Vaticano?

” Eccellenti, mai tanto sviluppati. Del resto, se eil Patriarca di Mosca Kirill si mette in aereo e  incontra il Papa, vuole che Putin non ne  fosse  stato previamente informato? Vuole dire che il tutto ha avuto il suo gradimento. Ultimamente bisogna aggiungere che sulle relazioni ha influito positivamente la traslazione di una reliquia di san Nicola a Mosca. Il Cremilino e la Russia hanno apprezzato e infatti tante tv russe hanno dedicato all’ avvenimento addirittura la aperture di telegionali, mentre in Italia la cosa è stata di fatto ignorata”.

Il Papa ha recentemente ricevuto esponenti ucraini…

“Queste iniziative del Papa possono nuocere al dialogo con Mosca e non sono  ben viste dal Cremlino. Probabilmente in  Vaticano ci sono prelati poco attenti che trascinano il Papa in una direzione sbagliata. Di fatto  il Pontefice ha benedetto e ricevuto persone golpiste e di dubbia trasparenza che invitano a sparare sulla gente del Donbas, violando i diritti individuali  e le libertà”.

Bruno Volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *