Franco Nembrini: “Bassa natalità colpa dell’individualismo”

L’Istat lo ha detto con chiarezza: in Italia si fanno sempre meno bambini, ben 17.000 in meno ( dati che si riferiscono al 2017). Dunque, il grande e drammatico problema del nostro tempo è la denatalità. Da che cosa dipende? Lo abbiamo chiesto  in questa intervista al noto ed autorevole intellettuale cattolico Franco Nembrini.

Nembrini, in Italia la natalità è molto bassa, perchè?

” Non si vuole dare vita e neppure ritengo che la si ami. I giovani, spiacevolmente, percepiscono la realtà che li circonda in modo negativo. E questo, sia ben chiaro, non dipende solo da  loro”.

E allora, da chi altri?

” In buona parte, è causa del contesto creato dagli adulti che non hanno saputo e ancora spesso non sanno far comprendere il senso e la centralità del dono della vita”.

Bassa natalità, problema culturale o economico?

“Penso che la causa fondamentale sia di natura culturale. Ci sono giovani che, pur potendo permetterselo, non mettendo su famiglia e non mettono al mondo figli. Temono di perdere la loro libertà, che possano venire meno gli spazi di autonomia. In sintesi, tutto questo è il prodotto del clina di individualismo che pervade il tempo”.

Alcuni osservatori accusano, però, la congiuntura economica…

” Innegabilmente in alcune occasioni questa può influire, ma a mio modesto avviso il reddito non è la prima causa della scarsa natalità.  Dopo la guerra, penso alla mia famiglia, eravamo ridotti a pezzi, eppure si facevano figli. E’ in atto una evidente emergenza educativa non risolta”.

Che fare?

” Vivere diversamente. Quando è arrivato al mondo Gesù il mondo non era certamente migliore di quello attuale, ma piano piano si è cercato di cambiarlo”.

Pensa che i media e la cultura dominanti bastonino famiglia e natalità?

” Questo accade. Si banalizza o talvolta irride la famiglia come fosse qualcosa di vecchio, superato ed arcaico. Se ne offre un quadro negativo. Tutto questo fa parte del politicamente corretto”.

E la politica?

” Non fa molto per la famiglia e dunque per incentivare la natalità. A  mio avviso, dovrebbe e potrebbe creare condizioni per fare in modo che questo  basilare istituto sia maggiormente protetto. Sin qui la politica non ha svolto adeguatamente il suo ruolo. Però, a mio avviso, il primo e vero motivo della scarsa natalità è culturale: l’individualismo di fondo”.

Bruno Volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *