Francesco Boezi: “Oggi si rivaluta Ratzinger, è stato un profeta”

Un ottimo libro per capire meglio figura e pensiero del Papa Emerito Benedetto XVI. Lo ha scritto, con stile gradevole, il giornalista  de Il Giornale, Francesco Boezi. Il titolo è: “Ratzinger, la rivoluzione interrotta” ( edizione La Vela). Boezi, saggiamente, ha interpellato grandi e sicuramente autorevoli personalità del mondo economico, del giornalismo e della cultura che hanno conosciuto e seguito per motivi professionali Papa Ratzinger e ne è venuto fuori un ritratto completo, sereno, imparziale. Abbiamo intervistato Francesco Boezi.

Boezi, perchè questa idea?

” Mi occupo prevalentemente di cose legate alla Chiesa  e al Vaticano e durante la mia attività ho riflettuto  a lungo sulla figura di  Ratzinger ed ho scoperto, meglio ho trovato  conferma, che è molto amato ed è in atto una tendenza a rivalutarlo”.

Cioè?

” Oggi si rivaluta Ratzinger con une lettura positiva e completa del suo pensiero e del suo stesso  pontificato. Possiamo affermare che la visione del mondo e non solo della Chiesa di Papa Benedetto XVI è stata profetica, penso alle sue parole sull’Islam e alla posizione assunta sul relativismo etico e culturale. Il cardinale Ratzinger,  anche una volta divenuto Papa è stato intransigente contro i rischi del relativismo e bisogna riconoscere che ha avuto ragione, in quanto oggi il relativismo è divenuto dilagante”.

Eppure la grande stampa non è stata troppo indulgente con lui…

” Questo è vero. Anzi, non è esagerato dire che talvolta è stato osteggiato, ha trovato opposizione. Le motivazioni sono insite nella sua grande coerenza e nel fatto di non abbandonarsi mai al politicamente corretto, senza seguire la corrente del mondo o dire quello che il mondo ama sentirsi dire. Inoltre ha sempre mantenuto viva e ferma la tradizione, persino nel vestire e questo non sempre è stato gradito o accettato”.

Rivoluzione interrotta, perchè?

” Il suo pontificato, dopo la rinuncia, è stato interrotto  bruscamente, almeno nelle sue applicazioni. Dalle dimissioni molto è cambiato è si è spostato il baricentro, persino geografico della Chiesa, dopo una continuità tra Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e appunto Benedetto XVI. Oggi si pensa che  il grande male sia la iniquità sociale e non più il peccato”.

Il libro ha vari  ed autorevoli interventi…

”  Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno dato il  loro prezioso contributo, sono stati fondamentali per fare chiarezza sul Papa emerito e il suo pontificato”.

E allora buona lettura  con ” Ratzinger, la rivoluzione interrotta” di Francesco Boezi.

Bruno Volpe

Una risposta

  1. pietro buccheri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *