Da Bibbiano a Verona: fiaccolata per chiedere verità e giustizia

Riceviamo e pubblichiamo:

Domani dalle ore 20:45 alle 22:45 in Piazza Brà (Verona) si terrà l’iniziativa GIÙ LE MANI DAI BAMBINI, SOLIDARIETÀ ALLE VITTIME DEI FATTI SPREGEVOLI AVVENUTI A BIBBIANO.

La fiaccolata sarà fatta nella Piazza Bra di Verona, davanti alla statua equestre di Vittorio Emanuele II.

L’evento è promosso da PRO-Familia, un comitato spontaneo e apartitico sorto dopo i fatti di Bibbiano.

Presso il Comune di Verona è stata depositata inoltre una mozione – che oltre a condannare i fatti deplorevoli avvenuti a Bibbiano, affinché non accadano anche a Verona – si chiede che i servizi sociali vengano semestralmente in Commissione consigliare a relazionare sugli affidi e sulla tutela dei minori.

Questa iniziativa propone certamente di esprimere attraverso la fiaccolata una autentica vicinanza umana a tutte quelle famiglie che hanno subìto abusi e soprusi da parte di un sistema criminale e disumano, che l’inchiesta “Angeli e Demoni” sta svelando, ma al contempo – ed è questo il tratto caratterizzante – vuole evidenziare una decisa e coraggiosa presa di posizione, espressa appunto da questa mozione, per cui nella nostra città si preveda che gli assistenti sociali relazionino in commissione consigliare semestralmente circa gli affidi dei minori.

Chiediamo Verità e Giustizia.
Chiediamo sia data voce alle vittime di questi crimini infami.
Chiediamo che non cali il silenzio, come alcuni vorrebbero.
Chiediamo che i minori indebitamente sottratti alla famiglia siano restituiti al più presto ai loro papà e alle loro mamme.
Chiediamo alle istituzioni e agli amministratori di vigilare e monitorare per prevenire le distorsioni del sistema, come avvenuto a Bibbiano.
Quei genitori potremmo essere tutti noi.

Tra le note per i partecipanti si segnano le seguenti indicazioni:

Vietato l’uso di bastoni e oggetti contundenti.
Ogni partecipante porti con sé una candela o una fiaccola elettrica.
Chi desidera può portare delle scarpette bianche in segno di vicinanza ai piccoli sottratti alle loro famiglie.

Una risposta

  1. Avatar Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.