“Che bisogno c’ è di servire lasagne in chiesa? Non ci basta più Cristo?”

 

“Che bisogno c’ è di servire lasagne in chiesa? Non ci basta più Cristo?”: se lo domanda in questa intervista che ci ha rilasciato, don Pierre Laurent Cabantous, parroco della Concattedrale di Cervia, autore di ottimi libri e pubblicazioni.

Don Cabantous, il giorno di Natale (  ma accade con frequenza) abbiamo visto volontari servire pasti ai poveri nelle chiese..

” Ho notato  quelle immagini nei tg, luoghi di culto nei quali appena finita la celebrazione della santa messa in fretta e furia sono stati allestiti tavoli per banchetti, come agenzie di catering. Allora: il gesto in sè è bello e probabilmente per molti l’ intenzione di fondo è  retta. Tuttavia, alla base vi è confusione ed evitiamo strumentalizzazioni politiche”.

Cioè?

” Che bisogno ci sta di servire lasagne in chiesa? Ricordiamo che quella è la casa di Dio adibita al culto col rito della dedicazione. Esistono, anche nelle parrocchie, altri locali idonei ai banchetti, si svolgano allora in altre stanze i pranzi. Il bisogno di solidarietà è apprezzabile, molto, ma molto meno il posto . Mi pongo la stessa domanda che si faceva il compianto cardinale Biffi: a  Natale, ma non solo, non ci basta più Cristo? Abbiamo bisogno di altri diversivi? Spiacevolmente Cristo, che è appena nato per salvarci dal male, è diventato pretesto per parlare di altro, lavoro, politica, ecologia, sociale e via discorrendo, è strumentalizzato. Lo ripeto: la chiesa è il luogo dove parlare col Signore e non servire pietanze”.

Nelle prediche del Natale si è spesso parlato di migranti e lo ha fatto anche il Papa..

” Ho avuto piacere che il Pontefice abbia fatto una puntuale e corretta analisi delle persecuzioni ai danni dei cristiani nel mondo ed ha giustamente parlato delle tante ingiustizie esistenti, che sono alla  base di guerre e migrazioni. Ha ragione. Però è doveroso ricordare con la stessa attenzione che, alla base di queste calamità, ci sta il peccato dell’ uomo. Questo è la vera radice dei mali e la causa. Pertanto il peccato è la scatenante di ogni male e non dobbiamo correre dietro alle facili e scontate ricette di natura politica, sociale o ecologica. Il Signore appena nato è venuto per questo, per redimerci e salvarci dal peccato, del quale non sempre nella predicazione si parla con  la dovuta energia. In sintesi, la causa delle ingiustizie è il peccato “.

Che cosa pensa della banalizzazione di alcuni presepi?

”  Senta, mi fanno maggiormente specie certi spettacoli  blasfemi contro i segni cristiani che abbiamo visto qualche tempo fa in alcune città. E soprattutto mi addolora il silenzio assordante di molti esponenti di Chiesa, non tutti, naturalmente. Bisogna credere e soprattutto non aver paura di parlare e predicare la Verità”.

Bruno Volpe

2 Commenti

  1. Avatar giandreoli
  2. Avatar Helga Reimers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.