Al Congresso Mondiale delle Famiglie anche Italia, la “Greta” che difende la famiglia

“I media di informazione ci hanno censurati nelle nostre manifestazioni di ieri a Verona. Le nostre esposizioni evidentemente inutilizzabili da loro per fomentare odio entrano in netto conflitto con i loro propositi. Di cento giornalisti che ci hanno assalito e intervistato, nessuno ha pubblicato una parola su di noi, nemmeno una foto. Ve l’ho detto che sono un elemento altamente destabilizzante e pericoloso per la società. Sono una Greta al contrario.  Nonostante abbiamo quasi la medesima età, io appartengo a quel mondo che si oppone al politicamente corretto, anzi, la mia comunicazione si fonda su una dialettica che stimola le coscienze alla riflessione, che apre le menti, che invita al ragionamento. Tutte cose pericolose che non vanno assolutamente bene in una società che deve risultare succube al controllo di massa. Perché la gente che legge, che si informa, che condivide, che ragiona e che riflette sulle questioni di oggi rappresenta quel qualcosa che domani non potrà essere utilizzato, non potrà essere controllato. Io non sono Greta, io sono Sgreta, nel senso che sgretolo col mio pensiero libero ogni conformismo. Rappresento quella generazione giovane che ripudia l’indottrinamento e i dogmi di una pseudo società moderna che lotta contro i mulini a vento, contro i fantasmi dell’atifascismo. Io ho scelto di essere diversa e se questo mi classifica pericolosa e non pubblicabile dalla stampa di regime, io risponderò sempre a gran voce quanto segue: ME NE FREGO!!!. Badate però! Io ci sono. Io esisto. Io cresco ancor di più nel vostro patetico silenzio. Io vi ho sfidati più volte a contrastarmi, ma non ce la farete mai perché ho ormai migliaia di persone che mi amano e mi sostengono. Non ho bisogno di voi, ma voi della pseudo informazione di questo paese, domani, avrete bisogno di me. E quel giorno, per voi, sarà la fine perché voi rappresenterete il passato, io invece, sono già il futuro di questa mia amata Italia”.

E’ questo il messaggio che campeggia sul profilo facebook di Italia, la giovane ragazza che si batte per i valori della famiglia naturale. La “Greta” italiana ma che non si batte per l’ambiente ma per qualcosa di ancora più importante: la famiglia.

Abbiamo notato “Italia” sui gradini della Gran Guardia, dove si è tenuta la tre giorni di iniziative in occasione del XIII Congresso Mondiale delle Famiglie. Effettivamente, come scrive Italia, i giornalisti di tutte le televisioni l’hanno circondata ma nessuno ha dedicato spazio a lei e alle persone che la accompagnavano. Eccetto La Fede Quotidiana, ovviamente!

Nel suo blog, che si chiama #IoSonoItalia, Italia spiega: “Ho 14 anni… Vorrei studiare legge e chi lo sa, magari diventare un giorno un buon avvocato o una super giornalista come Oriana Fallaci una dei miei idoli. Amo il diritto, il latino, la matematica e mi piacciono i libri. Passo svariate ore a studiare…Mi appassiona la politica, mi piace a volte affrontare discussioni con papà mentre si ascoltano certe notizie al Tg o in qualche talk show. Mi appassiona tantissimo Giorgia Meloni che a mio avviso è una donna con una grinta pazzesca. Stimo Matteo Salvini per la coerenza che ha sempre mostrato negli anni e mi rincresce quando noto che molti lo attaccano ingiustamente”.

I commenti della giovane Italia stupiscono e lascia favorevolmente di stucco. Sulla sua pagina Facebook sono tanti i commenti ammirati dei sostenitori di Italia che ha fan in tutta la penisola, affascinati dal suo essere giovane e irriverente al punto giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.