Agostino Nobile: “Islam incompatibile con i valori occidentali”

L’Islam e la sua compatibilità con il mondo ed i valori occidentali. E’ il tema di questa intervista allo scrittore, docente cattolico Agostino Nobile, grande conoscitore dell islam.’

Ritiene l’Islam compatibile con i valori del mondo occidentale?

“ No, e ci sono motivi ben precisi. Tra i primi inventori della scrittura araba – poche decine di anni prima della nascita di Maometto – ci furono due cristiani nestoriani che vivevano in una città situata nell’attuale Iraq. Il Corano nasce, dunque, in una cultura di nomadi dove il nestorianesimo ha influito sul Gesù Cristo descritto nel Corano. Ignorando la cultura greca, il diritto romano e il cristianesimo, il Corano riflette la cultura beduina e, in parte, il Pentateuco. Quindi, l’incompatibilità non è solo relativa ai valori di quel che resta della nostra democrazia, ma nella forma mentis e nei costumi. Ma l’aspetto che rende l’islam diverso dalle altre culture del mondo è certamente l’obbligo di accogliere il Corano letteralmente, non lasciando spazio all’interpretazione”.

Quale è la sua idea sulle posizioni del Papa in tema di Islam?

“ Beh, dubito che lui e il suo entourage non sappiano quello che ho appena detto”.

Monsignor Crociata sostiene che Bergoglio, da argentino, non conosce davvero l’ islam, padre Khalil, invece, dice che ascolta collaboratori sbagliati. Che ne pensa?

“ Sarà, ma dubito che i libri che circolano in Europa e in tutto l’occidente non siano stati pubblicati in Argentina. Collaboratori sbagliati o meno, un ministro della Chiesa, ancor di più il papa, ha l’obbligo di conoscere le grandi religioni, in special modo un islam che si fa sentire in tutti gli angoli della terra non solo con le parole”

Esiste un politicamente corretto che non ci fa nominare l’Islam quale mandante di stragi ed attentati ed invece ci fa dire che sono solo pochi disadattati o malati di mente?”.

“Rifiuto la definizione “politicamente corretto”. In verità chi veicola la dittatura di pensiero, consapevolmente prende a calci il buon senso per creare paradigmi sociali innaturali. La definizione “politically correct” è stata creata per rendere digeribile l’irrazionale. Per quanto riguarda i malati di mente che fanno stragi di innocenti, basta leggere certi versetti dei testi sacri islamici. Altrimenti dovremmo pensare che migliaia di giovani combattenti di Al qaeda, dell’Isis, talebani e via massacrando, sono tutti malati di mente”.

Quali sono, se esistono, le responsabilità della Chiesa cattolica?

“Gesù Cristo ha fondato la Chiesa per evangelizzare i popoli della terra. Chi lo ignora tradisce il Suo mandato. Attualmente il Vaticano è impegnato a riunire le grandi religioni sotto il cappello della pace e della misericordia. È il copia e incolla del programma stabilito fin dal Settecento da certe consorterie più o meno segrete e dai laicisti”

Monsignor Pieronek in passato ha parlato invasione islamica del continente, condivide?

“ Sì. Duole constatare che tra i primi a predicare le porte aperte all’islam sia il Papa. Ormai non c’è  discorso dove non bastona i cattolici che cercano di contenere l’invasione”

L’Islam avanza, ma per caso non sta riempiendo il vuoto lasciato dal cristianesimo in Europa dove si prega sempre meno?

“Certamente un’Europa, non dico credente, consapevole delle proprie radici cristiane, farebbe la differenza, perché sarebbe forte della propria dignità culturale. Ma l’islam imperversa anche dove si prega più che in occidente, come nel mondo buddista e induista. Tutto fa pensare che alcuni, in Medio Oriente e in Occidente, stiano utilizzando l’Islam per cancellare i diritti acquisiti attraverso le Costituzioni impregnate di cristianesimo”

Bruno Volpe

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.